Rivenditori Golden Goose Alessandria

Dicesi profumiera la ragazza che flirta e non concede, lascia credere e si sottrae adducendo pretesti ogni volta differenti, facendo sentire il profumo di sé nella versione più triviale: di una parte di sé senza però mai concedersi completamente. La ragazzaprofumiera viene pubblicamente additata come inaffidabile. Se la conosci cerchi di evitarla, sebbene ciò non impedisca ai maschi di innamorarsi di lei.

Nel secondo episodio Vandal Savage per ritrovare Savage e il prezioso frammento della tuta perso da Atom in uno scontro con i trafficanti di armi, le Leggende avvicinano nel 1975 il giovane professor Stein. Egli è il creatore di un innovativo rilevatore di particelle Alfa. L traumatico, tra il giovane e il vecchio Stein rischia di compromettere il futuro sentimentale dello scienziato.

Tom Cruise e Val Kilmer (che impersona Tom Kazinsky, detto Iceman) sono i due mattatori del film, due autentici sex symbol. Bucano lo schermo con i loro sorrisi smaglianti: bellocci, entrambi machi e con quella giusta dose di presunzione e sfacciataggine che ne fa aumentare il sex appeal. Nel cast figurano anche un giovanissimo Tim Robbins e Meg Ryan..

“The final countdown had begun, the kilometer markers sweeping by as we zeroed in on Hanoi. In Saigon I had been warned that the Northerners were a breed apart, that they had no sense of humor, they worked too hard, they ate weeds and dogs and were distinctly stingy. I had shrugged off the warnings, assuming a cultural snobbery based on little more than which end of the egg they broke open for breakfast, or what color noodles they put into their soup..

At the end of the book though, he hops into a frog’s mouth. GULP! Wow I thought to myself on the first read that’s seems kind of dark. But the page turn reveals a safe grasshopper and a smiling frog and the assurance of “Just kidding.” I think the surprise ending works here because the age of the intended reader who isn’t likely to be thrown by the idea that yeah, the frog would eat the grasshopper.

Ma quel che più era sacro erano i frutti che ritenevano fossero il cibo degli dei, in grado di ringiovanire,di allungare la vita, di saziare e di curare ferite gravi . L’albero, veniva spesso piantato nelle vicinanze di case e stalle a loro protezione, perché si riteneva che allontanasse i fulmini; se cresceva spontaneamente vicino alle abitazioni, era portatore di buona sorte, fortuna. (tratto da qui).

Times, Sunday Times (2006)Some committed suicide while others suffered fatal heart trouble and other conditions. The Sun (2012)The trouble about declaring war is that loss becomes a real possibility. The Times Literary Supplement (2014)We know our neighbours but we do not trouble to know anything about them.

Taggato con:

Lascia un commento